Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Mi Presento

  • : Passeggiate sulle montagne del Ticino
  • Passeggiate sulle montagne del Ticino
  • : Diari di viaggio delle passeggiate prevalentemente sulle montagne del Ticino, con foto e testo. Articoli tematici e links utili per la pianificazione di una escursione. Trekking ed escursionismo per tutti.
  • Contatti

Scrivimi

Puoi mandarmi un mail a questo indirizzo: upthehill chiocciolina gmx punto ch

Cerca Nel Blog

Archivio

Feedelissimo

Ticino Top - classifica blog e siti ticinesi

29 agosto 2010 7 29 /08 /agosto /2010 21:48



Percorso effettuato: capanna Motterascio / Michela (Q2172) - Crap la Crusch (Q2266) - Camona (Q2194) - capanna Terri (Q2170) - Crap la Crusch - capanna Motterascio - alpe Garzott (Q1630) - lago Luzzone, fermata "metà lago" (Q1620).

Difficoltà: sentiero T2. T3 da Camona fino all'inizio della discesa verso la capanna Terri (passaggi esposti con catene), T1 dall'alpe Garzott alla fermata del bus.

Dislivello: salita 750 metri, discesa 1'300 metri.

Lunghezza del percorso: 20 chilometri.

Sforzo equivalente: circa 32 chilometri.

Durata (incluse le pause): 7.75 ore.

Riferimenti: orario del bus alpino della Greina, il "Sentiero degli Stambecchi, parte 1", il "Sentiero degli Stambecchi, parte 2", "Greina, la tundra tra Ticino e Grigioni", progetto per il Parc-Adula

Capanne: capanna CAS Motterascio - "Michela", capanna Terri (camona dil Terri)

Seconda giornata sulla Greina, decisamente meno tranquilla di ieri... Ma andiamo con ordine.

06:45 Sveglia, preparazione dei sacchi, colazione, riempimento bottiglie, calzaggio scarponi, poi fuori a godere della splendida alba.

2010.08.22-Greina-parte-2 6427
08:15 Abbiamo sistemato tutti i nostri affari, ci siamo coperti meglio dato che l'aria è sul pungente, e siamo pronti per incamminarci. Il tragitto prevede di andare alla Terri passando per il Plaun della Greina, poi rientrare a Pian Geirett per prendere il bus alpino di discesa delle 15:45 circa.

2010.08.22-Greina-parte-2 6434
I fiori hanno ancora le corolle ritirate, per proteggersi dal freddo della notte.

2010.08.22-Greina-parte-2 6439
Ma non manca molto al levarsi del sole anche qui... L'aria è di un limpido e terso speciale, il Sosto svetta, e le tre sorelle (Campo Tencia, Tenca e Penca) si fanno rimirare con orgoglio.

2010.08.22-Greina-parte-2 6441
09:05 Procediamo spediti lungo il ramo che ci porterà fino a Crap la Crusch. Intanto un ragnetto si è già messo all'opera: l'estate qui è corta, non si può perdere tempo.

2010.08.22-Greina-parte-2 6450
09:05 Primo checkpoint raggiunto (per ultimo).

2010.08.22-Greina-parte-2 6451
Scendiamo verso la piana, ed il sole ancora basso mi regala una luce splendida per le fotografie.

2010.08.22-Greina-parte-2 6453
Questa volta giriamo verso destra, per prendere il terzo ramo della Greina, che percorreremo per la prima volta.

2010.08.22-Greina-parte-2 6452
09:40 Piccolo ponte da passare, per poter seguire il Reno di Somivix che scende dal Plaun della Greina. Qui è ancora un rigagnolo, a partire da Sciaffusa diventa navigabile.

2010.08.22-Greina-parte-2 6460
Il terreno in questa zona è quasi tutto paludoso, forma torbiere continuamente, e spesso il piede sprofonda per diversi centimetri. Nei punti più bassi, quasi piccole doline, l'acqua ristagna all'aperto formando continuamente mini-laghetti. Il paesaggio è incantato nella prima luce del mattino. Guardando da qui, sembra che si possa continuare a camminare dei giorni, tra il bianco ed il verde, come se il sentiero ti dovesse portare in una nuova dimensione.

2010.08.22-Greina-parte-2 6465
10:05 Il Plaun si è allargato ulteriormente, anche se il fiume non ha ancora preso consistenza. Dritto davanti a noi, la salita che porta al Pass Diesrut che permette poi di scendere a Vrin, in val Lumnezia. I piedi trampignano, mai contenti, ma non è per oggi.

2010.08.22-Greina-parte-2 6478
Percorsi d'altri tempi, quando la gente di Olivone andava fin là a vendere capre, e loro venivano da noi per le feste di paese. Oggi, se qualcuno vuole ancora andarci, prende l'auto, e si fa una barca di chilometri. Ieri impiegavano poco di più, solo con i cavalli di San Francesco... Il territorio, quando cammini, si ridisegna, e nascono nuove tele, nuove trame. Punti apparentemente distanti diventano vicini, per vie che non avresti immaginato. L'auto, le autostrade, tolgono tutto il fascino del viaggio. E per me, persino la bici è troppo veloce :-) E intanto assaporo le prove d'orchestra delle cascate di Sciaffusa, prove che hanno luogo qui, e in tanti altri punti delle nostre alpi.

2010.08.22-Greina-parte-2 6477
Splendida Greina da amare, disegni semplici come quelli di un bambino, linee che tagliano ed uniscono. Sempre il dubbio non essere riuscito a fotografare tutto.

2010.08.22-Greina-parte-2 6490
10:20 Questo ramo si rinchiude all'improvviso, e davanti a noi un nuovo ponte. Siamo arrivati a Camona.

2010.08.22-Greina-parte-2 6494
Qui le acque cominciano a darci un vero assaggio del Reno che diverranno, e si gettano in una gola, non molto profonda, ma stretta e quasi a chiocciola.

2010.08.22-Greina-parte-2 6497
Sopra di noi, lo sperone roccioso da guadare per arrivare alla capanna Terri. Pierfranco, Mario e Sira preferiscono rientrare per la stessa via. Danila, Rita ed io diamo loro appuntamento a Crap la Crusch per le 12:30, rientreremo lungo l'altra via.

2010.08.22-Greina-parte-2 6498
Veniamo superati da una comitiva, che sale a velocità abnorme, la stessa di Danila e Rita. La prossima volta che nasco, chiedo al buon Signore di mettere anche a me un turbo da salita nelle gambe.

2010.08.22-Greina-parte-2 6502
In breve i nostri compagni sono puntolini laggiù.

2010.08.22-Greina-parte-2 6507
Poi, un po' di passaggi esposti con catena. Lo ammetto, cominciano a piacermi. Non li vado a cercare, ma se ce n'è qualcuno lungo la via, dà sale all'escursione.

2010.08.22-Greina-parte-2 6509
10:50 Dopo aver rallentato le signore, che mi hanno atteso, arrivo anch'io oltre il culmine, e un nuovo panorama si apre. La capanna Terri posta su di un piccolo cucuzzolo, circondata da belle cime. La posizione della costruzione è particolarmente felice, al riparo da valanghe. Geniali.

2010.08.22-Greina-parte-2 6512
Primo tratto di discesa (fino al laghetto) con cautela, pietrisco, gradoni, e materiale friabile. Poi il sentiero si spiana in prossimità del laghetto.

2010.08.22-Greina-parte-2 6523
 Dietro di me la via percorsa.

2010.08.22-Greina-parte-2 6529
E qui accanto l'incanto dello smeraldo, che nessuno può rubare, ed ognuno può gustare.

2010.08.22-Greina-parte-2 6526
11:15 Quasi in fondo alla discesa, prima di risalire alla capanna. Sulla nostra sinistra, una tribù di marmotte si crogiola al sole, corre, gioca, e non fischia al nostro passaggio.

2010.08.22-Greina-parte-2 6537
E un altro abitante del luogo...

2010.08.22-Greina-parte-2 6543
11:25 Capanna raggiunta, ci ho impiegato mooooolto di più di quanto scritto sul cartello, siamo in ritardo.

2010.08.22-Greina-parte-2 6544
Poi guardo oltre, e oddio oddio oddio, adesso chi li tiene più i piedi? Mai contenti, sempre pronti ad andare, quando ricevono messaggi come questi vanno in fibrillazione.

2010.08.22-Greina-parte-2 6547
Non so ancora dove sia, come si chiami, ma già nasce il bisogno impellente di andarci. Ho letto per la prima volta "Il signore degli anelli" nel 1981, in tempi decisamente non sospetti, e una delle cose che mi era piacciuta assai era questo Aragorn, il primo, Granpasso, che percorreva la Terra di Mezzo instancabilmente, incessantemente, conoscendola come le sue tasche, a casa sua in ogni luogo, e senza casa. E mi ero stancato di lui non appena appese gli scarponi al chiodo, per divantare re... Se vuoi farmi arrossire fino alla radice dei capelli, dovessi incontrarmi su qualche sentiero, dimmi che gli somiglio :-). Basta parlare di me, torniamo alla Greina.

11:50 Sosta effettuata, ne avevo bisogno. La pessima abitudine di non fare colazione ha fatto si che avessi un discreto buchetto nello stomaco. Mezzo Nussgiepfel diviso con Rita, e una piscina di caffé hanno sistemato il problema. Abbiamo solo 40 minuti per arrivare in orario a Crap la Crusch, sarà dura. La via sale subito.

2010.08.22-Greina-parte-2 6561
Danila e Rita partono con il loro passo tranquillo, lasciandomi indietro. Ormai hanno imparato a non preoccuparsi, arrivo anch'io. Per gentilezza mi attendono ogni tanto, ma non sarebbe necessario. Ho l'impressione che siano fatte per trekkare assieme, lo stesso ritmo, e mi sembra vadano molto d'accordo. Saluto alla capanna.

2010.08.22-Greina-parte-2 6558
Il percorso da questa parte si snocciola lungo una quasi pietraia, somiglia un po' alla valle Bavona.

2010.08.22-Greina-parte-2 6564
12:30 Quasi in cima, arriveremo sicuramente in ritardo. Questo non mi impedisce di sentire un fruscio sulla mia sinistra, ed ecco un ranocchio timido.

2010.08.22-Greina-parte-2 6583
Poi il passo, con bel laghetto e due belle signore in attesa.

2010.08.22-Greina-parte-2 6585
Appena oltre si riapre il Plaun della Greina

2010.08.22-Greina-parte-2 6587
Bisogna pedalare... Quasi subito piccola discesa in una canalina, con catena per facilitare il passaggio.

2010.08.22-Greina-parte-2 6591
Poi via a ruota libera sul sentiero che scende dolcemente portandoci verso la meta. Sotto di noi paesaggi splendidi, di acqua e verde.

2010.08.22-Greina-parte-2 6599
Teniamo un buon passo, il percorso è agevole. Laghetti nascosti, visibili solo da qui ci accompagnano.

2010.08.22-Greina-parte-2 6602
13:20 Siamo a Crap la Crusch, riunione di famiglia. Temiamo di non farcela in due ore ad arrivare a Pian Geirett, se perdiamo l'unico bus del pomeriggio abbiamo un bel problema. Decidiamo la strategia: Danila, Rita ed io pedaliamo a tutto spiano per prendere il bus al Luzzone delle 16:35, poi io risalgo all'alpe Garzott a riprendere Pierfranco, Mario e Sira. L'anno scorso avevo impiegato 2.5 ore dalla Motterascio alla fermata; se aggiungiamo il tempo da qui alla Motterascio, la situazione è semi-critica. Partiamo con gamba lunga, stavolta io davanti, le signore dietro che tengono il mio passo. Ulteriore pensiero: il cartello a Crap la Crusch dà 2.75 ore fino alla fermata del bus. Sapendo che questi tempi sono sempre calcolati utilizzando una Ferrari come termine di paragone, la cosa è preoccupante...

14:00 Siamo alla capanna, la parte facile è fatta. Adesso mi attendono 600 metri di discesa. Normalmente impiegherei almeno 1.5 ore (400 metri/ora), ma oggi sò che dovrò darci sotto.

2010.08.22-Greina-parte-2 6610
Non è così che mi piace andare... Tutto di fretta, come ingurgitare il cibo giusto per non morire di fame. Decido che qualche foto la sparo ugualmente, non saranno i pochi secondi che mi cambiano la vita. Laggiù intanto vedo la meta della cavalcata.

2010.08.22-Greina-parte-2 6612
Le signore si sono fermate un attimo in capanna per riempire le bottiglie, io mi sono avviato, tanto so che mi raggiungeranno. Prima metà della discesa fino al pianoro ai piedi delle bellissime cascate che scendono dall'alpe Motterascio, come pure dalla destra orografica.

2010.08.22-Greina-parte-2 6619
Neanche il tempo per ascoltare il canto dell'acqua... Scendo come non sono mai sceso, so che pagherò dazio domani, ma oggi bisogna fare uno sforzo.

14:50 Una farfalla in mezzo alla via... Al diavolo la fretta.

2010.08.22-Greina-parte-2 6636
Caldo... Oltre al sole che picchia, al fatto che stiamo scendendo, c'è anche una termica che sale dal lago, rendendo l'aria quasi come quella di un forno. Bere tanto e spesso, per non disidratarsi. Poco oltre il cancelletto lungo il sentiero, lo stesso entra finalmente in una zona boschiva che attenua il calore.

2010.08.22-Greina-parte-2 6639
15:10 Ponte, fine della discesa. Non ci credo, solo un'ora e dieci minuti. Però li sento i quadricipiti, che iniziano a diventare legnosi. Non è così che si dovrebbe andare.

2010.08.22-Greina-parte-2 6642
Danila e Rita incredibilmente sono rimaste indietro. Abbiamo fatto una breve pausa assieme sotto un bell'albero, poco dopo il pianoro di fondovalle delle cascate, io sono partito prima pensando che mi avrebbero raggiunto, e invece non ancora... E da qui è sostanzialmente piana, il mio terreno...

2010.08.22-Greina-parte-2 6634
Seguo il fiume dalle acque chiare lungo il lato sinistro...

2010.08.22-Greina-parte-2 6645
...e guardando indietro vedo da dove siamo scesi.

2010.08.22-Greina-parte-2 6646
15:15 Il fiume termina, e si butta nel lago del Luzzone. E' un lago artificiale, ma ha il suo fascino. Acque quasi come quelle sarde, larici tutt'attorno, è un bel lago.

2010.08.22-Greina-parte-2 6655
Percorro di gran carriera le due dita che si protendono verso la diga per rientrare nuovamente. Ogni salita mi fa praticamente fermare, come una locomotiva spompata. Non mi ricordavo ci fosse così tanto sali-scendi in questa zona. Intanto appare la diga.

2010.08.22-Greina-parte-2 6661
15:40 Alpe Garzott. Sono tranquillo, so che almeno io ce la farò a prendere il bus. Da qui una mezz'oretta fino alla fermata è sufficiente. Mi chiedò però: le 16:35 in estate è metà pomeriggio. Ma non potrebbero farlo salire più tardi, o aggiungerne un'altro verso le 18:30? Poi si arriva a Ghirone verso le 19:00, e già che ci sei ti fermi in valle a mangiare una pizza con gli amici, dopo una bella giornata in montagna. Di bei ristorantini ce ne sono... E alle 15:40 a Pian Geirett? Se tenti di fare il giro della Greina partendo dal Luzzone verso la Scaletta, ti tocca correre tutto il giorno, non ti gusti proprio niente. Misteri delle autolinee bleniesi che hanno il monopolio, e fanno come cavolo gli pare. Però intanto mi stanno guastando il piacere della giornata. Quasi quasi quando torno gli scrivo, non mi sembra abbiano il senso del turismo.

2010.08.22-Greina-parte-2 6663
Passo l'alpe, tanta gente arrivata fin qui con l'auto, chi per gustarsi quattro passi tra il verde, chi per acquistare il formaggio dell'alpe. Sarei quasi tentato di chiedere un passaggio in auto a qualcuno che torna verso la diga, ma non c'è nessuno. Troppo presto ancora per andarsene. Magari Danila e Rita hanno più fortuna di me. Brusca frenata, vanessa.

2010.08.22-Greina-parte-2 6671
Riparto, riesco ad inserire il turbo da pianura. Supero diverse persone. Potrei rallentare, ed andare a passo normale, tanto arrivo di sicuro. Ma è quasi una sfida con me stesso. Ce la farò a tenere botta a questo ritmo fino alla fermata? Faccio tacere i canali di comunicazione del dolore dai muscoli al cervello, e ci dò sotto come una bestia. Certe cose belle però non me le lascio scappare...

2010.08.22-Greina-parte-2 6678
2010.08.22-Greina-parte-2 6683
16:05 Fermata del bus. Ce l'ho fatta in 2.75 ore come diceva il cartello. Soddisfatto per la performance, ma non per la tirata.

2010.08.22-Greina-parte-2 6685
E un ultimo sguardo alla Motterascio (se clicki sulla foto si ingrandisce, riesci a vederla quasi al centro).

2010.08.22-Greina-parte-2 6684
16:20 Arrivano anche Danila e Rita, eccezionali!!! Prendiamo tutti il bus delle 16:35, scendiamo a Ghirone, prendo l'auto e risalgo all'alpe Garzott.

17:30 Sono arrivato da pochi minuti, ed ecco apparire Pierfranco, Mario e Sira. Si mettono comodi, tutti in auto, e scendiamo a recuperare Danila e Rita. Discesa ad Olivone, dove una signora di un ristorante, che ormai mi vede spesso da queste parti ha iniziato a chiamarmi "giovanotto"... Ci fermiamo li, bel giardino esterno, e tutti attorno ad un tavolone ci rinfreschiamo l'ugola, e ce la continamo su per una mezz'oretta. Poi saluti, e rientro.

Ed ecco il profilo altimetrico della prima parte: Motterascio - Crap la Crusch - Camona - capanna Terri - Crap la Crusch.

Profilo1Al Km 6 vedi lo sperone che abbiamo passato (quello T3), al Km 6.7 circa la punta dove si trova la capanna Terri. Questa è la seconda parte: Crap la Crusch - Motterascio - Garzott - fermata del bus.

Profilo2La fermata del bus si trova al Km 9, per cui non abbiamo fatto l'ultimo picco che vedi sulla destra.

Clicka qui se vuoi vedere tutte le foto del secondo giorno (non che ci sia qualcosa di speciale).

Condividi post

Repost 0
Published by UpTheHill - in Blenio - trekking
scrivi un commento

commenti

ana 11/04/2010 08:33


devono essere fortunati quando si effettuano tali viagi
imagini splendidi


Greg 09/06/2010 12:15


Ciao Nino!
Splendidi paesaggi come sempre e bei incontri...tra ranocchie e marmotte!!

Sempre "scioccante" vedere nascere grandi fiumi come il Reno!
Greg


Parole chiave

Geolocalizzazione: Svizzera, Ticino, Sopraceneri, Sottoceneri, Leventina, Bedretto, Blenio, Riviera, Mesolcina, Calanca, Maggia, Verzasca, Onsernone, Muggio, Bellinzonese, Locarnese, Luganese, Mendrisiotto 

 

Interessi: trekking, escursioni, passeggiate, foto, natura, rifugi, capanne, flora, fauna, laghi

 

Percorsi: forestale, sentiero, transumanza, valico, passo, bocchetta, ganna