Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Mi Presento

  • : Passeggiate sulle montagne del Ticino
  • Passeggiate sulle montagne del Ticino
  • : Diari di viaggio delle passeggiate prevalentemente sulle montagne del Ticino, con foto e testo. Articoli tematici e links utili per la pianificazione di una escursione. Trekking ed escursionismo per tutti.
  • Contatti

Scrivimi

Puoi mandarmi un mail a questo indirizzo: upthehill chiocciolina gmx punto ch

Cerca Nel Blog

Archivio

Feedelissimo

Ticino Top - classifica blog e siti ticinesi

13 settembre 2010 1 13 /09 /settembre /2010 11:44



Percorso effettuato: alpe Cruina (Q2040) - lago delle Pigne (Q2278) - capanna Piansecco (Q1920) - alpe Pesciora - cassina di Sterli (Q1987) - alpe di Cavanna (Q2015) - val di Pecian (Q2046) - imbocco "galleria Bianchi" (Q2010).

Difficoltà: forestale T1 dall'alpe Pesciora alla fermata del bus "galleria Bianchi", sentiero T2 dall'alpe Cruina all'alpe Pesciora, con tratto impegnativo poco prima dell'alpe Pesciora.

Dislivello: 1050 metri.

Lunghezza del percorso: 19 chilometri.

Sforzo equivalente: 30 chilometri.

Durata (incluse le pause): 7 ore.

Riferimenti: capanna Piansecco, capanna Corno Gries, serie dei "Laghetti alpini della Svizzera Italiana", la pietra ollare su Wikipedia.

Era da diverso tempo che avevo in agenda questa escursione, in solitaria o in compagnia, e l'escursione della settimana scorsa ai laghetti del Lucendro, con il bel cartello giallo "capanna Piansecco" ha ravvivato l'idea. Non consigliabile in piena estate dato che è quasi tutta esposta alla stecca del sole, settembre ed ottobre sono due mesi ideali per percorrerla. La strada alta della Bedretto unisce diversi alpeggi, oggi non più caricati, mantenendo un dislivello abbastanza contenuto e permettendo di evitare la discesa fino a fondo valle, per risalire nuovamente. Il programma prevede di lasciare l'auto ad Airolo, salire all'alpe Cruina con il postale, e percorrere la strada fino al punto denominato "galleria Bîanchi", dove si trova una fermata del postale. Se dovessimo farcela con i tempi, continuiamo fino al passo del San Gottardo.

E' anche l'occasione per tornare a visitare il laghetto delle Pigne, raggiunto per la prima volta nel 2003. In quell'estate torrida (c'erano 24° a Q2300) avevamo percorso un pezzo dell'itinerario, dall'alpe Cruina fino all'alpe Pesciora, per scendere poi a Ronco. Il nome "pigne" non deriva dai frutti delle conifere, bensì dalle stufe utilizzate nel passato in Ticino, fatte con pietra ollare, che ha la caratteristica di accumulare il calore, e disperderlo lentamente. Con questa pietra si facevano anche delle piccole "pigne" per cucinare, da cui il termine "pignatta". Il laghetto ha preso questo nome dato che in prossimità si trova una cava di questa pietra.

08:45 Sveglia da incubo alle 6:00, partenza alle 7:20 da casa per prendere il postale delle 8:10 ad Airolo, ed eccoci all'alpe Cruina, poco sotto il passo della Novena / Nufenen. Cosa non si fa per far felici i piedi... L'anno scorso eravamo partiti da qui per un altro splendido giro. Guardando nella valletta di sinistra, vediamo la capanna Corno Gries, ottima minestra.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6895
Il postale ci ha lasciati bassi, dobbiamo risalire lungo la strada fino al tornante, per poter imboccare il sentiero. Per fortuna a quest'ora passano poche auto.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6894
09:10 Siamo ben avviati. La strada alta della Bedretto non è spettacolare, ma offre dei panorami splendidi, sia verso il passo della Novena, che verso la Leventina. L'aria è abbastanza tersa, e ci permette di vedere a grande distanza.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6900
La temperatura è settembrina, ho iniziato a modificare il vestiario, ed esumato la camicia da trekking un po' più pesante. Non basta, ci vuole anche la felpa. D'altra parte, per camminare preferisco temperature basse a quelle alte, è molto più facile proteggersi. Cime splendide sula nostra sinistra, frastagliate, grigio chiare, si alzano quasi verticali.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6901
Accanto al sentiero, piccole pozze d'acqua da torbiera. E il profumo dei prati magri...

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6902
09:30 Il sentiero dinnanzi a noi scende. Rita propone di fare un po' di fuori-pista, per evitare la discesa e la seguente risalita fino al laghetto delle Pigne. Conosciamo la direzione generale, di perdersi non c'è il rischio. Deciso, ci avventuriamo. Ci troviamo in breve in un mirtillame esteso. Su, e giù, pendenze di 60°. Rita se la gode, è fatta per queste cose. Io taccio, sbuffo, soffro e salgo.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6916
Nel frattempo dietro di noi è comparso il ghiacciao del Gries, a cavallo tra il Vallese e la val Formazza.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6918
Mentre dinnazi vedo l'ultima parte del sentiero che percorreremo per arrivare alla fermata del bus (in alto, sulla sinistra).

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6920
10:25 Sbuffit, sbuffit, sbuffit. Siamo arrivati un buon 50 metri più in alto del laghetto... Rita mi guarda con gli occhi che implorano perdono. La tengo sulla corda per un po', ma va bene così: sono cose che accrescono la fiducia nella proprie capacità, e dimostrano che non sempre la strada più breve è quella in linea retta. Sul pianoro del laghetto il vento tira forte e freddo: poche foto, e via subito in direzione della capanna, anche perché abbiamo un orario fisso d'arrivo, e la strada è ancora lunga.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6921
Ci avviamo lungo la pietraia che porta diretta alla capanna. Tratto non difficile, ma richiede attenzione, il terreno è costellato di roccette. Vediamo già la prossima meta dinnanzi a noi, abbiamo programmato una pausa.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6924
10:55 Ci congiungiamo con il sentiero diretto che arriva dall'alpe Cruina. Da qui le cose ridiventano più semplici.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6948
Mi gusto i disegni della roccia erosa, smangiata, spezzata e scheggiata. Denti più duri si ergono in disegni splendidi.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6950
2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6954
11:10 Eccoci alla capanna. Lungo l'ultimo tratto ho incontrato un conoscente, chiacchere in libertà fino alla capanna. Ci piazziamo, caffé per me, the per Rita, e mezzo cornetto integrale acquistato prima di partire.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6960
11:40 Pronti per rimetterci in marcia. Partiamo, e sbagliamo miseramente il sentiero. Ci inerpichiamo sopra la capanna, i conti non tornano. Entrambi ci ricordiamo che si filava via lisci... Rientriamo alla capanna, facendo finta di niente, per fortuna nessuno pone domande. Incredibilmente riusciamo a trovare il sentiero per l'alpe Pesciora, e lo imbocchiamo.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6962
Ahah, primo fungo della stagione.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6963
Il sentiero è agevole, ma sappiamo che più avanti ci sarà un punto impegnativo da passare. Le montagne intanto iniziano a prendere delle venature rosa, che terranno fino quasi al Gottardo.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6968
12:30 Da un poggio abbiamo lo sguardo su praticamente tutto il tratto di strada che ci manca ancora. Vista splendida, non ostante il cielo stia iniziando a fare il ballerino, con velature estese che coprono il sole.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6975
Ed è apparso anche il pizzo Lucendo.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6980
12:45 Dopo una bella salita, scolliniamo, e dinnanzi a noi si presenta il punto impegnativo. Si tratta di una frana, che ha creato una ganna. Il sentiero è stato ripristinato in modo egregio (grazie signori dell'Associazione Ticinese Sentieri Escursionistici!), però non è da percorrere di corsa.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6986
2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6988
13:00 Ganna passata, e siamo nuovamente scesi di un bel pezzo.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 7002
Il sentiero ridiventa normale, e ci porta ad attraversare diverse piccole cascate.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 6998
13:05 Avevamo deciso di fermarci per il pranzo all'alpe Pesciora, crca a metà percorso. Poche centinaia di metri prima di arrivarvi, ad una curva, sorpresa geniale: tavolo e sedie in sasso con vista splendida. Come si fa a resistere ad un invito del genere?

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 7005
Detto fatto, il desco è imbandito. Mentre mangiamo arriva un gruppo di persone dall'alpe Pesciora, che ci guarda con invidia. Offro loro di fare spazio, mi informano che hanno già sostato poco prima. Penso che l'invidia sia causata dal fatto che se avessero saputo di questo angolino, sarebbero arrivati fin qui anche loro. E in effetti la vista è inclusa nel prezzo.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 7015
13:35 Siamo orologi svizzeri, 30 minuti di pausa esatta. In un attimo arriviamo all'alpe Pesciora, con bella vista sul fondo valle.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 7019
E se i miei occhi valgono ancora qualcosa, quello dovrebbe essere l'Adula.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 7018
Adesso il sentiero ha cambiato regime: siamo passati da un comodo T2, ad una forestale T1 con larghezza da autostrada pedonale. Prendiamo entrambi un bel ritmo, il percorso in questa zona è praticamente pianeggiante. Il rosa qua e là continua ad apparire.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 7023
Questa parte del percorso è tutta sotto la stecca del sole, tiro fuori il cappellino per evitare il mal di testa. E' una strada da lavoratori, senza fronzoli, che ricompensa però con la vista che offre.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 7025
13:55 Cassina di Sterli. Abbiamo tenuto veramente un bel ritmo. Sosta alla fontana del sindaco (così è scirtto sulla targhetta) per riempire le bottiglie. E sguardo indietro per vedere da dove siamo arrivati.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 7035
14:10 Questo tratto è caldo, e ci sono ancora diverse farfalle che svolazzano. Poche sono disponibili per una foto, hanno tutte fretta, la vita è breve, non si può perdere tempo con sciocchezze del genere. Per fortuna qualcuna di loro mi viene incontro...

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 7041
La strada davanti a noi sembra ancora lunghetta. Sono preoccupato per i tempi. Se perdiamo il postale delle 16:24 dobbiamo attendere quello delle 17:40, che porta a Göschenen, poi dobbiamo prendere il treno per Airolo, e vi arriveremmo solo alle 19:00, invece delle 16:45.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 7042
E mi sento anche un po' in colpa... Questi erano sentieri e strade percorsi per lavoro, spesso a piedi nudi, il capo chino sotto il peso di gerle, fascine e forme di formaggio da portare a valle per la stagionatura, oppure guidando mucche da un alpe all'altro. Erano percorsi lungo i quali si pensava alla fame, sempre dietro l'angolo, alle fatiche di ogni giorno. E io sono qui oggi, con equipaggiamento di gran lusso in confronto a loro. che li percorro per il semplice piacere di godere di questo percorso...

14:25 Alpe di Cavanna, stiamo meglio di quanto pensassi. Rita taglia la salita alla sua maniera, lungo una scorciatoia, io percorro tutto lo sterrato, e questa volta vengo ricompensato io. Due asini e il loro (presumibile) puledrino. Sono animali tra i miei favoriti, per la loro intelligenza, sensibilità e furbizia. Li guardo, li fotografo, ma non sembrano troppo interessati.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 7052
Vabbé, anche la micia a cui appartengo non ha sempre voglia di coccole. Proseguo un cento metri, Rita si è fermata ad attendermi. Mi siedo con lei per una mezza banana, e, piacere piacere piacere, la femmina si è messa in cammino e viene verso di noi. Il maschio decide che non può essere da meno. Si piazzano vicino a noi, e il dispenser di coccole parte immediatamente. Adorabili asini: siamo sempre andati d'accordo!!!

14:50 "Quantaaa sabbia nei miei sandali...". Ci voltiamo, tanta. Siamo orami di fronte ad Ossasco, e dall'altra parte vediamo la valle che porta al passo del Cristallina e all'omonima capanna. In carnet per questo inverno c'è la salita con le ciaspole al sabato, pernottamento, e rientro alla domenica.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 7074
15:15 Tra sali (faticosI) e scendi (pochi) arriviamo ad un ulteriore alpe, senza cartelli, ma con un bel laghetto.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 7088
15:35 La forestale ha fatto un'ampia curva lungo il versante della montagna, iniziando a guidarci verso il passo del San Gottardo. Sotto di noi la Leventina si apre fino a Rodi-Fiesso, appena prima delle gole del Piottino. E guardando in alto, caro amico, appare il pizzo Colombe / Campanitt.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 7106
Segna il confine tra la regione del Piora e l'alta valle di Blenio, poco prima del passo del Lucomagno. Mio faro di tante escursioni, è la prima volta che ti vedo da così distante. E, come dicevo, la Leventina...

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 7108
Ormai siamo in dirittura d'arrivo. La cosa è confermata da raffiche di vento freddo, intenso, e fastidioso che scende dal passo. Infiliamo i K-Way per ripararci.

15:45 Siamo alla fermata del bus, dobbiamo attendere 40 minuti. Peccato, fossimo arrivati prima in un'oretta si sarebbe potuto salire fino al passo. Fa niente, l'importante è sopravvivere al vento. Ultima foto ricordo prima di mettere via la macchina fotografica.

2010.09.12-Strada-alta-Bedretto 7114
Arrivati ad Airolo andiamo alla stessa pasticceria di domenica scorsa, prima di rientrare a casa.

Ecco il profilo altimetrico dell'escursione.

Profilo
Ho calcolato un 50 metri di dislivello in più dato che siamo arrivati alti sopra il laghetto delle Pigne, spero mi vorrai perdonare...

Clicka qui se vuoi vedere tutte le foto dell'escursione (non che ci sia qualcosa di speciale).

Condividi post

Repost 0
Published by UpTheHill - in Bedretto - trekking
scrivi un commento

commenti

Giuliana e Antonio 12/27/2011 14:03

Ci sembra di aver camminato dietro di voi, di aver ammirato quei vertiginosi panorami, sentito il profumo di resina, ascoltato il soffio del vento, toccato la pietra calda di sole dove vi siete
fermati a mangiare. Poi abbiamo sentito sotto le mani il pelo ruvido e ispido degli asinelli e ci siamo persi dentro i loro occhi umidi e malinconici.
Tutto così vivo e fresco che ormai, anche se siamo lontani, ci sentiamo di casa sulle tue magiche montagne.

Patrizia 09/26/2010 17:07


Ciao Rita, ciao Nino,

meravigliosa valle,per me é sempre stato un luogo un po' magico, grazie!
Salutoni con un pochino di "invidia"
Patty


Greg 09/18/2010 11:43


Ciao Nino,

grazie per mostrarmi un'altra angolazione di questa splendida valle!!
Io ne conosco solo i "bassifondi"!
Greg


UpTheHill 09/20/2010 16:38



Ciao Grégoire,


in effetti i fondovalle spesso non sono molto interessanti, tra strade, rumori, ecc. E' stata una scoperta anche per me, soprattutto in Centovalli e val Malvaglia di quanto possano essere
splendide le nostre V strette scavate dai fiumi in alto.


Attendo tuo prossimo articolo sui serpenti :-)



lucio ottici 09/17/2010 10:27


......beati voi come vi invidio.....e poi una domanda ma un cane può partecipare a queste passeggiate?


UpTheHill 09/20/2010 16:37



Ciao,


grazie per il "beati"... :-)


Partecipazione alle gite: sicuramente i cani possono partecipare, in diversi tratti devono essere tenuti al guinzaglio, soprattutto nelle zone degli alpeggi dove ci sono animali in libertà.


Ogni tanto organizzo un'uscita con i "fedeli lettori" del sito. Per ricevere l'invito è sufficiente iscriversi alla newsletter (in alto a sinistra). Oltre all'avviso della pubblicazione di nuovi
articoli ed album fotografici, si riceve l'invito per le escursioni organizzate.


Buona montagna.



Andereas Seeger 09/13/2010 22:54


Ciao Rita, ciao Nino
Come il mondo è bello! E particalmente il Val Bedretto.
Marianne e Io hanno fatto questo giro. Marianne più tardi con un gruppo di CAS.
A Banco era l'autopostale alle 1700 per Andrematt. E tutto questo in un giorno da San Gallo !!!!
Da domani sono in Ticino. Primo anchora una volta Val Lodrino.
Cari saluti
Andreas


UpTheHill 09/15/2010 08:29



Ciao Andreas,


i miei complimenti se vi siete fatti tutto il giro arrivando da San Gallo e rientrando in giornata: deve essere stata una maratona!!!


Attendo i tuoi rapporti sulla val Lodrino :-)



Parole chiave

Geolocalizzazione: Svizzera, Ticino, Sopraceneri, Sottoceneri, Leventina, Bedretto, Blenio, Riviera, Mesolcina, Calanca, Maggia, Verzasca, Onsernone, Muggio, Bellinzonese, Locarnese, Luganese, Mendrisiotto 

 

Interessi: trekking, escursioni, passeggiate, foto, natura, rifugi, capanne, flora, fauna, laghi

 

Percorsi: forestale, sentiero, transumanza, valico, passo, bocchetta, ganna