Overblog Segui questo blog
Edit page Administration Create my blog

Mi Presento

  • : Passeggiate sulle montagne del Ticino
  • Passeggiate sulle montagne del Ticino
  • : Diari di viaggio delle passeggiate prevalentemente sulle montagne del Ticino, con foto e testo. Articoli tematici e links utili per la pianificazione di una escursione. Trekking ed escursionismo per tutti.
  • Contatti

Scrivimi

Puoi mandarmi un mail a questo indirizzo: upthehill chiocciolina gmx punto ch

Cerca Nel Blog

Archivio

Feedelissimo

Ticino Top - classifica blog e siti ticinesi

/ / /

La montagna ha le sue ricette, in parte nate come mezzo per utilizzare al meglio le poche risorse disponibili, in parte per permettere di avere qualcosa di adatto nelle varie situazioni. Ti propongo alcune ricette che Rita ed io utilizziamo spesso. Se ne conosci qualcuna anche tu, e ti piacerebbe ritrovarla in questa pagina (con tanto di ringraziamenti), mandami un mail a upthehill chiocciolina gmx punto ch, e provvederò a pubblicarla.


Passato di piselli gialli


Prepariamo questa minestra la sera prima, poi al mattino la scaldiamo e la mettiamo nella thermos. Buonissima, scaldante ed energetica.


Ingredienti:


1 litro d'acqua
2 dadi (noi ne mettiamo uno di manzo e uno di minestra chiara, oppure uno saporito ai funghi)
3 carote
3 patate
1 gambo di porro
1 cucchiaio d'olio
150 grammi di piselli gialli secchi
mezza cipolla


Preparazione, fase uno:


1) Pelare le carote, lavarle, tagliarle a metà per il lungo, poi farne dischetti
2) Tagliare a metà il gambo di porro per il lungo, poi farne dischetti
3) Pelare le patate, tagliarle in quarti
4) Triturare la mezza cipolla


Preparazione, fase due:


1) Scaldare la pentola a pressione, con olio
2) Appena a temperatura, abbassare la temperatura e far dorare la cipolla (diciamo un minuto)
3) Quando la cipolla è dorata, aggiungere il porro, e farlo dorare (anche qui circa un minuto)
4) Aggiungere l'acqua, i dati, le carote i piselli e le patate
5) Chiudere, far bollire per 12-14 minuti sulla tacca 1
6) Lasciar raffreddare fino a poter aprire (oppure raffreddare con l'acqua corrente il coperchio)
7) Con il passino estrarre la verdura e le patate, metterla nel mixer con un po' di brodo, e passare tutto
8) Riversare nella pentola, mescolare bene
9) Assaggiare, e leccarsi i baffi :-)


Polenta


Non credo ci sia bisogno di commenti... La base si adatta a tantissime variazioni. Si può utilizzare la farina gialla (la più comune), oppure quella bianca come in Veneto, oppure la farina taragna, tipica della Valtellina.


Ingredienti per ogni 1.25 Kg di polenta


1 litro d'acqua
250 grammi di farina setacciata macinata fine
1 cucchiaino da caffé di sale


Nota bene: nel caso si preparino 5 Kg di polenta, consiglio di mettere 5 cucchiaini di sale, invece di 4, soprattutto se come a me ti piace ben salata. Se si sale in capanna, e bisogna cucinare, c'è il grande vantaggio di doversi portare appresso poco peso per una quantità finale abbastanza cospiqua. Unica nota dolente i tempi di cottura, ma se sei in buona compagnia saprai come ammazzare il tempo, magari cucinando anche dei cotechini nel frattempo.


Preparazione:


1) Portare ad ebollizione l'acqua con il sale. La tradizione vorrebbe che il tutto venga preparato in un paiolo di rame.
2) Versare lentamente la farina, rimestando continuamente con una frusta in modo che non si formino grumi, fintanto che la farina è ben amalgamata nell'acqua. Se possibile, durante questa fase, togliere la pentola dal fuoco, in modo da ridurre il rischio di scottarsi con le "bolle" di polenta che salgono.
3) Riportare ad ebollizione, e abbassare la temperatura mantenendo il bollore. Rimestare con frequenza (utilissimi i motorini elettrici).
4) Lasciar cuocere almeno 35-40 minuti, anche più a lungo se possibile.
5) Versare la polenta.


Con la polenta fredda si possono fare migliaia di cose:


1) Tagliare la polenta a fette, metterla in una pirofila, alternando strati di polenta con strati di formaggio. Infornare fino a che il formaggio è fuso bene. Particolarmente adatto la fontina aosta ben stagionata.
2) Stessa cosa come sopra, ma con i funghi e panna
3) Scaldare la polenta in forno (80°), preparare una bella scodella di latte, portarla a tepore, aggiungere la polenta.

Ortiche (proposte da Mauro M.: grazie)

In Ticino l'ortica è stata utilizzata spesso per insaporire minestre, risotti ed insalate. Nell farmacopea popolare le si attribuiscono proprietà diuretiche. Una volta sbollentate le foglie, il liquido urticante perde il proprio potere, e i piccoli aghi che iniettano il liquido si spuntano. Fino a quel momento, utilizzare i guanti!

Preparazione di base

Per tutte le ricette, la preparazione di base prevede:

1) Lavare e mondare bene le ortiche, tenendo unicamente le foglie (lavoro da farsi con i guanti)
2) Sbollentare le foglie

Risotto alle ortiche

Preparazione come per il risotto con il prezzemolo, lo si sostituisce con le foglie di ortica tritate.

Minestra con le ortiche

Preparazione normale della propria minestra preferita, aggiungendo le foglie di ortica, tritate o intere.

Insalata di ortiche

Preparare l'insalata con le foglie, unitamente ad altre verdure, e/o aggiungendo un po' di lardo, o prosciutto crudo tagliato a striscioline.

Fornellino ad alcool autocostruito

 

A questo indirizzo trovi le spiegazioni su come costruire un fornellino ad alcool "al volo", avendo con se del materiale di fortuna.

 

Condividi pagina

Repost 0
Published by

Parole chiave

Geolocalizzazione: Svizzera, Ticino, Sopraceneri, Sottoceneri, Leventina, Bedretto, Blenio, Riviera, Mesolcina, Calanca, Maggia, Verzasca, Onsernone, Muggio, Bellinzonese, Locarnese, Luganese, Mendrisiotto 

 

Interessi: trekking, escursioni, passeggiate, foto, natura, rifugi, capanne, flora, fauna, laghi

 

Percorsi: forestale, sentiero, transumanza, valico, passo, bocchetta, ganna