Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Mi Presento

  • : Passeggiate sulle montagne del Ticino
  • Passeggiate sulle montagne del Ticino
  • : Diari di viaggio delle passeggiate prevalentemente sulle montagne del Ticino, con foto e testo. Articoli tematici e links utili per la pianificazione di una escursione. Trekking ed escursionismo per tutti.
  • Contatti

Scrivimi

Puoi mandarmi un mail a questo indirizzo: upthehill chiocciolina gmx punto ch

Cerca Nel Blog

Archivio

Feedelissimo

Ticino Top - classifica blog e siti ticinesi

2 settembre 2011 5 02 /09 /settembre /2011 10:52



Percorso effettuato: Frasco (Q885) - alpe Efra (Q1686) - lago Efra (Q1836) - capanna Efra (Q2039).

Difficoltà del sentiero: T2.

Dislivello: 1250 metri di salita, 100 di discea.

Lunghezza del percorso: 7 Km

Sforzo equivalente: 19 Km

Durata (incluse le pause): 5.5 ore

Me lo ero ripromesso quando abbiamo percorso la val d'Ambra: il passo del Gagnone è da fare. C'è voluto un anno per organizzare la cosa, ma finalmente la promessa viene mantenuta. Ci accompagna Andreas, grande esperto delle nostre montagne, che tra l'altro conosce gli anfratti della val d'Ambra come le sue tasche, avendola percorsa in lungo e largo, comprese le vallette laterali.Si potrebbe fare il tutto in una giornata, da Frasco a Personico, ma è una mazzata. Così ci organizziamo per una due giorni, con sosta alla capanna Efra (correttamente bisognerebbe chiamarlo rifugio, dato che non è custodito). Ovviamente il sacco pesa più del solito, dato che ci dobbiamo portare la cena e la colazione, ma orami non ci faccio più caso.

Ritrovo a Gordola, per prendere il postale delle 9:34, che ci deposita a Frasco alle 10:25.

10:25 Partenza. Il postale era pieno di gente, abbiamo viaggiato seduti sugli scalini per scendere dal bus. In compenso un posto era occupato da due cagnolini formato mignon di una giovane donna. Così ho scoperto che due cagnolini sono più importanti del sottoscritto, e che loro hanno il diritto al posto seduto, e io no :-) A Rita abbiamo lasciato l'unico posto libero... Sono giorni di afa, e mi sa che ci sarà da sudare assai.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1208
Il sentiero entra quasi subito nel bosco per fortuna, e si mostra per quello che sarà: una via di pietra, rallegrata dall'acqua più in alto, come la salita al Tomeo dell'anno scorso.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1209
Andreas in prima battuta ci aveva proposto di salire all'alpe Costa, poi di arrivare alla capanna Efra in traverso restando più o meno in quota. Percorso che avrebbe avuto lo svantaggio di non farci passare dal laghetto d'Efra, uno della serie "Laghetti alpini della Svizzera Italiana". Poi ci ripensa, si sovviene che probabilmente c'è un passaggio esposto ed impegnativo, che potrebbe mettere a dura prova le mie vertigini. Così, per finire, optiamo per la salita diretta alla capanna.

Il sentiero sale abbastanza dolcemente in questo tratto, e quasi senza sforzo ci innalziamo.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1211
Siamo tranquilli, abbiamo tutto il tempo che vogliamo a nostra disposizione. L'occhio attento nota i primi segni dell'autunno: non ostante il caldo, ci sono già funghi in circolazione.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1210
11:00 Arriviamo ad un piccolo insediamento, non c'è nessuno ma si vede che è ancora frequentato. Il posto è delizioso per una piccola pausa, e per ascoltare il canto del fiume che scorre poco più in basso. Rita e Andreas se la intendono benissimo, e dato che sono più veloci di me viaggiano spesso appiati. Spero di non dover diventare geloso...

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1220
Appena ripartiti, un segnale ci mette in guarda contro un animale terribile e temuto: la famosa capretta verzaschese.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1222
11:50 Si suda di brutto. Anche se siamo al riparo degli albergi, la temperatura è altissima. Tieni conto che per camminare preferisco qualcosa tra i 12° e i 18°, oggi ce ne saranno 30° buoni buoni. Andreas ha garantito che ci sono punti di approvvigionamento lungo il percorso, per cui ho preso unicamente 2.5 litri (incluso il liquido isotonico), e la riserva sta calando vistosamente. Fin qui il sentiero non è stato troppo pendente, e ci ha portati ad una zona di cascate che si intrecciano.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1232
Il sentiero attraversa la prima, poi inizia a salire lungo un costone posto tra le due più grandi. E cambia pendenza... Le pozze d'acqua che incontriamo ci mostrano il verde smeraldo che ha il fiume Verzasca.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1239
12:10 Sono rimasto solo... Percorso da godere di roccia e acqua, selvatico, il piede sempre sul duro, senza tappeto di aghi. Sentiero di fatica, e penso ai verzaschesi che per tirare a campare nei secoli passati salivano quassù con le capre, e a raccogliere il fieno selvatico, spesso lungo pareti con pendenze da acrobati. Ma già incombe l'autunno.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1248
Il primo giallo di quest'anno, molti altri ne stanno per arrivare, assieme ai rossi e ai bruni. Ho il calendario d'autunno già pieno di escursioni per gustare i boschi del Ticino in questo periodo, settembre ed ottobre i due mesi più belli, per me.

12:50 Si vede che si siamo tirati in su: la valle d'Efra si mostra bene, con le montagne che delimitano la Verzasca dall'altra parte.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1252
E continuo ad incrociare cascate (le trovi nell'album), alcune fragorose, altre sommesse, salti a ripetizione. Inizio a trovare un po' di morbido sotto il piede, gli scalini coperti da foglie, forse quelle dell'anno scorso, forse le prime di quest'anno. Poi voci nel bosco, ho raggiunto Rita ed Andreas in fase riposo.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1256
Per fortuna che oggi Andreas non tira come al suo solito. Ha ancora nelle gambe una mazzata di 14 ore fatta la settimana prima nella valle di Coglio, roba fuori di testa completamente. Mi associo alla pausa, barretta di cereali, acqua (ormai ne è rimasta poca), la camicia grondante, il cappellino che si può strizzare tanto ho sudato, e non per la fatica. Mi avvio senza attenderli, tanto anche se partono dopo mi raggiungono senza problemi.

13:20 In effetti dopo meno di un quarto d'ora Rita mi ha già raggiunto. E non ho neanche la consolazione di dire "tanto in pianura ti stacco", dato che orami sta diventando un treno in piano anche lei.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1263
Poche centinaia di metri dopo, un cancello. Segno che stiamo arrivando ad una zona abitata.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1265
13:30 Giusto, alpe d'Efra. Posta su di una piccola terrazza, domina tutta la valle.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1268
E' ora del pranzo principale. In centro città incontriamo una coppia che ci aveva superati durante la salita. Ci sistemiamo anche noi, e aprofittiamo della fontana per ricaricare le bottiglie.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1275
Dato che vado di banana e frutta secca, in un attimo ho terminato il pranzo. Andreas mi spiega che i tetti di diversi rustici sono fatti con una lastra monolitica, del peso di svariate tonnellate. Rispetto per chi è riuscito a fare un lavoro del genere con i pochi mezzi disponibili.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1277
In alto si vede una bandiera, posta vicina alla nostra prossima meta, il laghetto d'Efra.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1283
14:10 In tutta tranquillità ci rimettiamo in moto per affrontare i circa 200 metri che ci separano dal lago.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1278
14:10 La via di roccia diventa sempre più rocciosa. Orami siamo fuori bosco, e ci salviamo solo grazie al fatto che per circa 5 minuti l'umidità si condensa sotto forma di una finta pioggia, altrimenti parrebbe di essere in un forno. Duro il sentiero, forte il paesaggio, roccia e licheni. Dietro di me compare il passo di Redorta (che prima o poi farò) con a destra la corona di Redorta, e a sinistra il monte Zucchero.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1291
14:55 Si sale bene, mirtilli in abbondanza, due signore organizzatissime con il pettine di raccolta lungo la via. Andreas che si ferma ad ogni pié sospinto per mangiarne, Rita probabilmente anche. Io tengo libere le mani per affrontare i passaggi in salita...

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1299
...e appena oltre, il cartello giallo ed il laghetto. Splendido, un verde molto simile a quello dello Sfille, incastonato in una piccola conca terrazzata, praticamente a strapiombo sulla valle.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1313
Respiri profumo di serenità, vicino ad un laghetto così. Le scorie della vita le abbandoni salendo, i pensieri, le preoccupazioni, i fastidi, carichi ben più pesanti del sacco, vengono mondati dal sudore e dalla concentrazione, meditazione di pensiero e presenza necessari per muovere ogni passo. E quando arrivi qui, non è un involucro vuoto quello che vi giunge, bensi tu, aperto all'Universo, che trovi gioia in una cosa che laggiù ti parrebbe tanto banale. Ma devi provarlo, devi farla una salita, è un'esperienza di vita. Rita intanto si è data da fare, ed è riuscita nella pesca miracoloso: un pesce dell'Efra, specie rara e difficile da trovare.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1305
15:15 Manca poco ormai alla capanna, ce la prendiamo con tutto comodo. Appena imboccato il sentiero di salita, vediamo dove si trova la bandiera identificata quando eravamo all'alpe.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1314
Poi su lungo il sentiero zig-zaggante, roccia ripida che delimita il mondo, facendoti chiedere "Cosa ci sarà dall'altra parte?".

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1322
Roccia lisciata dagli eoni, quasi amica e non più spigolosa...

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1325
...roccia bagnata e addolcita da luce soffusa.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1326
...roccia che sostiene, anche quando le radici sono spezzate.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1327
15:50 La cima di Nedro ormai si eleva in tutta la sua maestà, con le colonne portanti intarsiate e lavorate alla sua base, e mi dice "manca poco".

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1331
16:00 Infatti arrivo alla capanna Efra, accompagnato dalle famose caprette verzaschesi.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1339
Sono sudato, ovvio, e alle capre piace il sale. L'abbinata è vincente, ed una di loro, la più temeraria, inizia a lavarmi, ripassando dalla punta delle mani fino oltre il gomito. Lascio fare, magari non devo neanche fare la doccia :-)

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1345
Giornata finita? Ma neanche per scherzo. Il dormitorio ha 25 posti, siamo in 9, ci piazziamo comodi, poi merendina e conoscenza con gli altri ospiti. Quasi tutti stanno percorrendo la VAV (Via Alta della Verzasca), un percorso T6 che Andreas ha fatto, ma che credo sia decisamente fuori dalla mia portata. Pane e salamino, formaggio, vino, birra e thé, la stufa economica che inizia a scaldarsi, la luce che si fa soffusa.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1350
Le montagne!! Il Basodino in fondo alla Vallemaggia, la cima d'Efra, il passo di Redorta, Il Cramosino: che meraviglia. E in alto, dall'altra parte, la cima di Gagnone ed il passo di Gagnone che faremo domani.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1353
La luce sempre più bella, le ore del mattino e del tardo pomeriggio sono splendide per le foto. La cima di Nedro...

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1355
...il Basodino.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1360
Cena con minestra pronta in bustina, trenette al pesto, caffé e dolce: non manca proprio niente. Poi ancora fuori a ciacolare, in italiano e tedesco (Rita ed io siamo gli unici due italofoni), saluto al mondo prima di andare a nanna presto.

2011.08.19-Frasco-capanna-Efra 1366
Ecco il profilo altimetrico della prima giornata.

Profilo
Domani sarà molto più dura...

Clicka qui se vuoi vedere tutte le foto dell'escursione (non che ci sia qualcosa di speciale).

Condividi post

Repost 0
Published by UpTheHill - in Verzasca - trekking
scrivi un commento

commenti

Parole chiave

Geolocalizzazione: Svizzera, Ticino, Sopraceneri, Sottoceneri, Leventina, Bedretto, Blenio, Riviera, Mesolcina, Calanca, Maggia, Verzasca, Onsernone, Muggio, Bellinzonese, Locarnese, Luganese, Mendrisiotto 

 

Interessi: trekking, escursioni, passeggiate, foto, natura, rifugi, capanne, flora, fauna, laghi

 

Percorsi: forestale, sentiero, transumanza, valico, passo, bocchetta, ganna