Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Mi Presento

  • : Passeggiate sulle montagne del Ticino
  • Passeggiate sulle montagne del Ticino
  • : Diari di viaggio delle passeggiate prevalentemente sulle montagne del Ticino, con foto e testo. Articoli tematici e links utili per la pianificazione di una escursione. Trekking ed escursionismo per tutti.
  • Contatti

Scrivimi

Puoi mandarmi un mail a questo indirizzo: upthehill chiocciolina gmx punto ch

Cerca Nel Blog

Archivio

Feedelissimo

Ticino Top - classifica blog e siti ticinesi

12 agosto 2011 5 12 /08 /agosto /2011 09:16



Percorso effettuato: Cogne (Q1534) - Impianti di valle (Q1952) - Belvedere (Q2064) - Montseuc (Q2328) - Impianti di Monte (Q2227) - Belvedere.

Difficoltà del sentiero: T1 da Cogne a Belvedere, T2 per il sentiero naturalistico.

Dislivello: 900 metri in salita, 400 in discesa.

Lunghezza del percorso: 8 Km

Sforzo equivalente: 16 Km

Durata (incluse le pause): 5 ore

Ieri, mercoledi, la meteo ci è stata avversa. Nuvole basse e grigie già dal mattino presto. Così abbiamo tirato fuori una delle escursioni facili, di quelle che avevo pianificato per recuperare sulle gambe, e con armi e bagagli (in questo caso K-Way ed ombrello) abbiamo fatto una bella escursione nella Valnontey, fino al Ponte d'Erfaulets, smontato a causa di una frana sul tratto di sentiero dopo di esso. L'idea era di arrivare nella conca alla base  del Gran Paradiso, per ammirare da vicino i ghiacciai. Niente da fare. Tra andata e ritorno siamo stati in giro un tre orette, sentiero T1 forestale quasi pianeggiante, una goduria per le mie gambe. Alla sera discesa ad Aosta, e cenetta con Massimo e Silvia, dopo la visita di rito alla città.

Oggi la meteo non sembra stabile, ci sono ancora nuvoloni. Consultando la carta scegliamo un percorso abbastanza breve, che ci permetta un rientro veloce in caso di forti precipitazioni. Salita fino al Belvedere, poi anello del sentiero naturalistico.

09:40 Pronti, ho l'ombrello infilato nei passanti del sacco che normalmente si usano per tenere i bastoni da trekking. Penso di essere un po' comico, per fortuna nessuna foto immortala la mia bravata! Il Gran Paradiso non lascia presagire niente di buono per la giornata.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0847
Passiamo il paese, e saliamo alla stazione di partenza delle cabine che portano a Belvedere. Sulla destra arriva la pista di discesa, ed il sentiero è marcato da quella parte.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0848
La pendenza è micidiale. Poco sopra, per fortuna, un ponte e l'indicazione di svolta.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0849
Guadagnato il ponte, il sentiero si fa più umano. Piccola salita, ed arriviamo ad una bella radura nel bosco, con tanto di ristorantino e capannone per le feste. A sinistra per Sylvenoire, a destra per Montseuc.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0855
10:15 Dopo poche centinaia di metri il sentiero ci riconduce sulle piste di sci: mica la blu o la verde. No, deve essere almeno la rossa. La foto non rende giustizia alla realtà della pendenza: quasi 45°, fondo ghiaioso scivolante. Pier e Danila non si vedono, devono essere già oltre la pendenza. Arranco in maniera miserabile pensando a coloro che scendono di qui in inverno a tutta birra.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0857
Rita mi fa segno di guardare proprio sul cambio di pendenza. Un camoscio! Ci sente arrivare, ed entra nel bosco sulla destra.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0863
 Devo avere gli occhi malfatti: riesco facilmente a vedere la microfauna, e non vedo quasi mai la macrofauna. Sicuramente qui in giro c'è di tutto, dalle marmotte agli stambecchi. Non vedo mai niente. In compenso riesco a beccare quelli piccoli.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0879
10:30 Sento una presenza dietro di me... Mi volto, e vedo Danila e Pier alla base della salita. Boh... Mi raggiungono, e mi spiegano che si sono avventurati verso Sylvenoire, percorso bellissimo, poi sono tornati indietro e hanno iniziato la salita. Ti rendi conto: nel tempo che io ho fatto un terzo di questo pendio (e non è tutta la salita), loro si sono fatti il giretto "fuori pista", sono tornati e mi hanno recuperato. Mi sento miserabile.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0868
L'unica consolazione è quella che mi rendo conto che ci stiamo alzando molto velocemente. Sull'altro versante della valle la miniera è praticamente all'altezza dei miei occhi.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0870
Da qui si vedono molto bene le entrate delle tre gallerie.

11:05 Segnale incoraggiante: il piccolo baretto vicino alla stazione di valle dello skilift. Che salita! Non sono tanti metri di dislivello, ma sicuramente non è una di quelle che metterò nel libretto del "da rifare".

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0875
Di fronte a noi, Gimillan.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0882
11:30 I miei tre compagni sono nuovamente scomparsi. Giro a destra seguendo l'indicazione "Belvedere", la situazione non migliora. Decisamente le piste da sci non sono molto adatte alla salita. Venticello di cresta, alzo lo sguardo...

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0885
...ahahhh. Belvedere raggiunto. In effetti da qui la vista è bella. In particolare mi colpisce la valle dietro del cascate di Lillaz. Non lo so ancora, ma Danila e Rita decideranno questa sera di farla domani, e sarà una delle due più belle di questa settimana.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0886
Siamo un po' sopra alla prima miniera, da qui la si vede benissimo.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0888
Dopo una salita così, un cappuccino ci sta proprio bene. Provvidenziale il baretto appena sopra la cabinovia. la meteo nel frattempo si è stabilizzata, ed il cielo si è aperto, Mi sento moooolto buffo con il mio ombrello infilato nel sacco.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0894
12:05 Sistemate varie pendenze, affrontiamo la sfida del sentiero naturalistico.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0891
Lungo tutto il percorso diversi cartelli didascalici, tutti preparati in modo eccellente e molto esplicativi, guidano il turista tra la morfologia della zona e la vegetazione presente, tra gli habitat e gli ospiti che li popolano. Decisamente uno dei percorsi didattici meglio preparati che ho esplorato fin'ora. Il sentiero si innalza quasi subito, portando ad una cresta che guarda verso Valnontey.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0908
Salendo la vegetazione inizia a diradarsi, ma i pochi alberi presenti sono devi veri giganti, anche quando ormai morti.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0913
12:35 Sto andando in ipo(glicemia). La salita non sembra finire mai. Danila e Pier in un'altra dimensione, Rita che rallenta gentilmente per attendermi. Una sosta mi permette di vedere per la prima volta il Gran Paradiso quasi per intero.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0918
La cresta inizia a stringersi, verticalità da entrambe le parti. Sento strani movimenti nello stomaco, non causati dal serbatoio basso. Sguardo fisso in avanti, e controllo della respirazione.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0923
Poco oltre, il pino cembro forma il basamento del sentiero.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0925
13:20 Incredibile, tre persone ed una croce. Sono arrivato alla cima del Montseuc. Una barretta di cereali mi ha tenuto vivo fino a qui, ma ora la pausetta ci vuole proprio. Banana, un po' di frutta secca, un'albicocca, e mi rianimo subito.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0933
Poi firma del libro di vetta.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0938
13:50 Il mio ombrello è sempre allacciato al sacco, due turisti francesi presenti in vetto lo guardano in modo decisamente ironico. Salutiamo, e ci rimettiamo in marcia. Tratto all'aperto, tanta bella microfauna e flora, come questa cactacea a Q2300.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0946
E finalmente il MIO sentiero.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0949
14:10 In un attimo siamo arrivati alla stazione di monte dell'impianto dello scilift.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0951
Deve essere punto di meditazione, dato che non ostante non ci sia nessuno in vista, troviamo una sedia da contemplazione.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0953
Ma il vero spettacolo è la conca glaciale appena oltre il crinale. Un cartello spiega in modo esaustivo e chiaro come si è formata, i vari periodi che l'anno contraddistinta, il movimento delle morene frontale e laterali. E la conca è chiusa da una poesia di roccia.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0952
2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0955
Da qui iniziamo l'ultimo tratto di discesa verso Belvedere, sentiero decisamente agevole.

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0957
Ci fermiamo a leggere tutti i cartelli didascalici, i miei complimenti agli autori, e alle 14:45 arriviamo a Belvedere. Già durante il pranzo abbiamo deciso che bello o brutto, la discesa lungo la pista di sci non la facciamo. Fosse un bel sentiero, nel bosco, si potrebbe prendere in considerazione, ma per rovinarsi le gambe e le ginocchia su quel fondo ghiaioso, no.

15:10 Siamo nuovamente a Cogne, discesa tranquilla con la cabina. Sembra che la meteo si stia rimettendo al brutto, sperem ben per domani...

2011.07.28-Sentiero-naturalistico-Montseuc 0966
Clicka qui se vuoi vedere tutte le foto dell'escursione (non che ci sia qualcosa di speciale).

Condividi post

Repost 0
Published by UpTheHill - in Aosta - trekking
scrivi un commento

commenti

Parole chiave

Geolocalizzazione: Svizzera, Ticino, Sopraceneri, Sottoceneri, Leventina, Bedretto, Blenio, Riviera, Mesolcina, Calanca, Maggia, Verzasca, Onsernone, Muggio, Bellinzonese, Locarnese, Luganese, Mendrisiotto 

 

Interessi: trekking, escursioni, passeggiate, foto, natura, rifugi, capanne, flora, fauna, laghi

 

Percorsi: forestale, sentiero, transumanza, valico, passo, bocchetta, ganna